Le catene di S.Antonio: la storia

cateneL’avvento di internet, degli sms e della posta elettronica ha permesso la diffusione esponenziale delle catene di Sant’Antonio. Non molto dissimili nei contenuti da quelle che ricevevamo da bambini nelle nostre buche delle lettere, ma molto più evolute per le immagini suggestive e le musiche che spesso ne sono a corredo.

L’effetto è quello di un sasso lanciato in mare, l’onda si propagherà verso l’infinito, fino a toccare genti e terre lontane. La diffusione delle catene di Sant’Antonio probabilmente risale agli anni cinquanta, quando circolavano numerose lettere che avevano come incipit: «Recita tre Ave Maria a Sant’Antonio» e proseguivano descrivendo la fortuna per chi trascriveva più copie da distribuire agli amici e le disgrazie per lo sventurato che invece avesse interrotto la catena.

Frequentemente ricevo via mail delle catene, per curiosità talvolta le leggo, ma poi per rispetto di amici e conoscenti mi rifiuto di diffonderle nel tentativo vano di non amplificare quello che è ormai un malcostume collettivo. Recentemente mi è stata inoltrata la “Danza lenta”.
Hai mai guardato i bambini in un girotondo?
O ascoltato il rumore della pioggia quando cade a terra?
O seguito mai lo svolazzare irregolare di una farfalla?
O osservato il sole allo svanire della notte?
Faresti meglio a rallentare.
Non danzare così veloce.
Il tempo è breve. (…)

Ovviamente è una ignobile invenzione che si propaga nella rete almeno dal 1997.Apprezzabile l’azione del prof. Cicognani che sul sito dell’università www.pediatria1bologna sconfessa quella che è «una bufala sulla pelle dei malati». Dichiarando che si tratta di «una spregevole truffa che circola da mesi» e si prega di non divulgare la marea di email.

Sempre nel sito del professore si consiglia di vistare il sito di Paolo Attivissimo, giornalista, informatico e cacciatore di bufale e leggende metropolitane: www.attivissimo.com. Insomma, la prossima volta che ricevete una mail del genere, prendetevi del tempo e provate a verificare su www.google.it se si tratta dell’ennesima balla o se invece c’è del vero. In fondo anche questo è un modo per far del bene agli altri. Non siate pigri.

Filed in: Internet Tags: , ,

You might like:

Le slot machine e le loro tipologie Le slot machine e le loro tipologie
Scommettere online sui siti AAMS e le leggi in vigore Scommettere online sui siti AAMS e le leggi in vigore
Dieta ed integratori: l’accoppiata vincente Dieta ed integratori: l’accoppiata vincente
Scommesse calcistiche Live e app mobile: SNAI lancia il nuovo sito e rinnova la sua offerta Scommesse calcistiche Live e app mobile: SNAI lancia il nuovo sito e rinnova la sua offerta

Leave a Reply

Submit Comment

© 2017 Ibookyou. All rights reserved. XHTML / CSS Valid.
Proudly designed by Theme Junkie.